Osservatorio Pharmatrend

La stagione influenzale che ha investito il nostro Paese tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 sembra ormai scongiurata, ma di certo verrà ricordata per un numero incredibilmente alto di casi coinvolti. Secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, più di 8 milioni di italiani sono stati messi ko nel corso dell’inverno. Dopo aver raggiunto il suo picco nei primi 10 giorni del 2018, la curva epidemica ha iniziato la sua discesa nella prima settimana di febbraio.

Proprio nel mese di febbraio il comparto dei farmaci antiraffreddore e antitosse ha segnato nei due canali di farmacia e parafarmacia una crescita a doppia cifra rispetto allo scorso anno, equivalente a un +15,4% in valori e a un +13,9% in volumi.

Con un fatturato che a febbraio 2018 ha raggiunto i 76 milioni di euro (quasi 10 milioni in più rispetto allo scorso anno), a contribuire maggiormente alla crescita del settore è stata la farmacia: +14% l’incremento in valori rispetto a febbraio 2017. Bene anche i volumi: con oltre 8,8 milioni di confezioni vendute nell’ultimo anno, la crescita del canale si attesta a +12,9%.

 

Scomponendo ulteriormente il mercato, a febbraio 2018 si registrano numeri altrettanto positivi sia per quanto riguarda i prodotti antiraffreddore (+15,7 in valori rispetto al 2017) sia per quanto riguarda gli antitosse (+13,4%). Tuttavia, tali risultati non si devono esclusivamente a un incremento nelle vendite, ma anche a un generale rialzo dei prezzi delle confezioni: +1,9% nel caso degli antiraffreddore e +1,3% in quello degli antitosse.

Nonostante non pesi più del 5,9% – a fronte del 94% del canale farmacia – è la parafarmacia il canale che registra i segnali di crescita più evidenti: +30% in valori, grazie a un fatturato che a febbraio 2018 ha toccato punte di 4,7 milioni di euro, e +31,4% in volumi.

 

 

Guardando all’andamento regionale si osservano ovunque valori molto positivi. A colpire maggiormente è il dato dell’Abruzzo dove la crescita del comparto si attesta a +31,5% grazie a un fatturato che a febbraio 2018 ha toccato punte di 1,5 milioni di euro. Bene anche la Lombardia, che da sola ha un peso del 18,4% rispetto al totale delle Regioni: +9,7% la crescita in valori a fronte di un fatturato di quasi 14 milioni di euro.

 

 

Per quanto riguarda i prodotti che dominano il mercato, tra gli antiraffreddore si colloca in testa la Tachipirina che da sola pesa per il 25,1% rispetto al totale dei prodotti, seguita dall’Aspirina C che invece ha un peso del 7,8%: in entrambi i casi la crescita in valori si attesta al 17,9%. In cima alla classifica degli antitosse spiccano invece il Fluibron (i cui valori sono pressoché stabili rispetto allo scorso anno) e il Fluifort (+8,6%).

Recent Posts