Labomar, la prima metà dell’anno si chiude con i ricavi a 41,8 milioni, +36,9% sul 2021

People & Brand

Ammontano a 41,8 milioni di euro, in crescita del 36,9% su base annua, i ricavi consolidati al primo semestre dell’anno di Labomar spa, azienda nutraceutica italiana quotata nel mercato Euronext Growth Milan. Il totale, come spiega una nota, include, oltre ai valori di Labomar Spa e Entreprises ImportFab, il fatturato delle società acquisite nel secondo semestre 2021, ovvero il Gruppo Welcare e Labiotre srl.

A parità di perimetro con i primi sei mesi dell’anno precedente, i ricavi consolidati sono pari a 34,1 milioni di euro, con un aumento di quasi 12 punti percentuali rispetto al 2021. Tale crescita, prosegue il comunicato, è supportata in modo particolare dalla capogruppo, che ha visto un recupero delle vendite di prodotti appartenenti alle categorie probiotics e cough&cold, che avevano particolarmente sofferto nel 2021 a causa della pandemia da Covid-19.

Sono stati registrati inoltre una crescita di fatturato dei principali key account internazionali e l’incremento del portafoglio di nuovi prodotti lanciati negli ultimi 12 mesi. «Esprimo grande soddisfazione per le performance realizzate in questo primo semestre, che mostrano una crescita a doppia cifra del fatturato nonostante uno scenario socio-economico poco favorevole, con una pandemia ancora non completamente alle spalle» ha commentato il fondatore e amministratore delegato di Labomar, Walter Bertin «questi risultati, cui hanno contribuito tutte le aziende parte del Gruppo, non solo confermano le guidance di mercato, ma ci rendono anche confidenti per un buon prosieguo dell’esercizio nella seconda parte dell’anno».

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend