Osservatorio Pharmatrend

Dopo un inizio d’anno particolarmente promettente grazie a una stagionalità a dir poco pronunciata, a marzo il mercato della farmacia mostra già i primi segnali di rallentamento. Con quasi 370mila confezioni vendute in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il comparto perde lo 0,4%. Positiva invece la crescita in valori, che è pari a un punto percentuale – il fatturato ammonta quindi a 871 milioni di euro – le cui ragioni vanno ricercate tuttavia in un aumento del prezzo medio di circa 0,15 euro a confezione.

 

 

L’analisi per singoli panieri rivela che a trainare il comparto è ancora una volta l’Otc, che a marzo genera fatturati per quasi 520 milioni di euro, con una crescita del 2,3% sull’anno passato. Positivi, ma pressoché stabili, anche i volumi di vendita, che segnano +0,7%. Tra i sottosegmenti si distingue per l’ottima performance l’autocura, che a marzo segna +4% in valori – anche in questo caso l’aumento dei prezzi di quasi 0,20 euro a confezione gioca un ruolo fondamentale – e +1,9% in volumi. Perdono quota, invece, i volumi degli integratori: -0,5% rispetto allo stesso mese del 2017. Un aumento medio dei prezzi di circa 0,26 euro a confezione dà impulso ai fatturati, che raggiungono i 326 milioni di euro, per un incremento dell’1,3%.

 

 

Recent Posts