ConCura, il nuovo concept Conad che fa ecosistema sulla parafarmacia dei servizi

Extracanale

Un nuovo contenitore per fare ecosistema e integrare secondo la logica “one-stop health” parafarmacie, corner dell’ottica e servizi diagnostici e analitici di prima istanza. Non è l’ultima novità che arriva dai Paesi del nord Europa o d’Oltreoceano ma il nuovo concept ConCura di Conad, una sorta di “parafarmacia dei servizi” che conta già sei aperture (Vimodrone e Rescaldina in provincia di Milano, Grosseto, Cesena, Cuneo e Venezia Mestre) più altre tre programmate da qui alla fine dell’anno. Il progetto riguarda esclusivamente gli ipermercati del format Spazio Conad, con superficie oltre i 3.500 mq, anche perché ConCura – come spiega a Pharmacy Scanner Marinella Ciraolo, responsabile del concept Salute e Benessere di Conad – ha bisogno di spazi abbondanti. «Sulla carta ne potremmo aprire uno in ognuno dei 78 ipermercati di cui oggi disponiamo: in particolare, ce n’è già una decina nei quali sono presenti parafarmacia e ottico, e che potrebbero far evolvere spazi e offerta alla clientela puntando su una shopping experience più evoluta, fatta di prodotti per la salute e servizi alla persona».

 

Il nuovo concept ConCura di Conad, una sorta di parafarmacia dei servizi che fa da piattaforma a un ecosistema integrato secondo la logica “one-stop health”. Il format prevede una superficie commerciale di almeno 200 mq, dove ospitare parafarmacia e ottico Conad più le prestazioni analitiche e diagnostiche, dalle basiche alle specialistiche.

 

Il format ConCura, prosegue Ciraolo, «richiede dimensioni minime di almeno 200 mq, per ospitare parafarmacia, ottico e aree consulenza. I servizi sono realizzati in collaborazione con fornitori e consulenti esterni e spaziano dalle prestazioni basiche come misurazione della pressione e del peso agli esami analitici e specialistici come Moc, insufficienza venosa, analisi della pelle e del capello, analisi del fondo oculare, contattologia specialistica». Consulenti e specialisti operano d’intesa con i farmacisti Conad per assicurare alla clientela un consiglio accurato e coerente. E con la ripresa post-pandemica il gruppo ha già in valutazione l’avvio di altri servizi, come audiologia e telemedicina.

 

Il format dedica particolare rilievo alla comunicazione in store: già prima di entrare il cliente si imbatte in uno storytelling a tutta parete, replicato anche all’interno, che spiega la formula del concept (foto sopra, punto vendita di Vimodrone, nel milanese). All’interno, i banchi parafarmacia e ottico si dispongono ai lati dell’area vendita, che si caratterizza per corsie e spazi ariosi com’è ormai consuetudine nel “new normal” (sotto, punto vendita di Rescaldina, provincia di Milano). 

 

A studiare il format, viene la tentazione di mettere a confronto ConCura con altre esperienze di ecosistema sanitario, come Health Hub negli Usa o l’abbinamento farmacia più retail clinic di Ica, insegna svedese della gdo. Ma Ciraolo rifiuta il paragone: «La strategia che c’è dietro al concept ConCura» rimarca «punta all’evoluzione dei negozi di attrazione da semplice luogo dove fare la spesa a vere e proprie “piattaforme relazionali” in cui trovare soluzioni per la persona, la famiglia e la casa, in una logica integrata ed esperenziale. In questa visione, il format di Conad con parafarmacia e ottico mira a rafforzare il posizionamento dell’insegna nel mondo della salute, del benessere e dei servizi alla persona».

All’origine, tiene comunque a sottolineare la dirigente di Conad, ci sono ricerche sui consumatori e un lavoro di design thinking condiviso in primo luogo con le cooperative e i soci imprenditori. «I valori condivisi sono quelli di massima apertura e sinergia con gli altri reparti del punto vendita, soprattutto con l’igiene e cura persona e con il mondo del bambino; facile percorribilità, anche con il carrello; atmosfera calda e accogliente; richiami alla naturalità; enfasi sul ruolo dei farmacisti e degli ottici, in quanto professionisti specializzati; spazi riservati e professionali per le aree consulenza».

 

Foto sotto: il format non rinuncia alle sinergie commerciali con gli altri reparti dell’ipermercato che sono contigui all’offerta merceologica di parafarmacia e ottico: a sinistra in primo piano, il reparto giochi per bambini si apre di fronte allo spazio ConCura. 

In questo stesso numero di Pharmacy Scanner, riportiamo anche i numeri aggiornati di parafarmacie e marca privata Conad per la salute tratti dal Bilancio 2020 del gruppo.

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend