Filiera

L’Augmented reality (Realtà aumentata, termine in cui si ricomprendono tutte le tecnologie digitali che potenziano le facoltà sensoriali e percettive) si appresta a sbarcare in farmacia. Per aiutare i farmacisti titolari a governare in tempo reale processi aziendali spesso “critici” come inventario e gestione delle scorte, dove gli errori generano sovente costi e ogni incremento di efficienza ha effetti sul conto economico. A portare la Realtà aumentata nel canale farmacia è l’accordo che Vection Technologies ha siglato con Studiofarma, consociata di CompuGroup Medical, per lo sviluppo di un’applicazione di computer vision da integrare nei gestionali di Cgm rivolti ai farmacisti.

Il software, in sostanza, consentirà di scansionare le confezioni dei farmaci tramite dispositivi digitali come occhiali intelligenti, smartphone e tablet; grazie alla funzione di Augmented reality, il farmacista riceverà in tempo reale – sullo schermo del device o sulle lenti degli occhiali – dati e informazioni di ogni singolo prodotto, con un cospicuo snellimento del tempo speso per la gestione delle scorte e il ripristino degli assortimenti.

 

 

«La collaborazione con Vection» commenta Oscar Sommaggio , general manager di Studiofarma «ci consente di portare innovazioni tecnologiche futuristiche nel mondo della farmacia. La quantità di informazioni cui oggi il farmacista deve attingere impongono il ricorso a tecnologie come la Realtà aumentata e la Realtà virtuale, con questo accordo proiettiamo il mercato della farmacia in una nuova dimensione». «La nostra applicazione» aggiunge Gianmarco Biagi , amministratore delegato di Vection «è una soluzione innovativa pronta a sconvolgere il settore della farmacia e si allinea alla nostra strategia sanitaria per il 2020. Non vediamo l’ora di tenere il mercato aggiornato sui progressi». Il nuovo software, nome eHealth, sarà presentato a Cosmofarma, in programma a Bologna il 17-19 aprile.

Recommended Posts
Send this to a friend