Filiera

Amazon mette a segno un altro punto nella scalata al mercato farmaceutico americano. Nei giorni scorsi, infatti, la “sua” farmacia online Pillpack ha firmato un’intesa con Blue Cross Blue Shield, assicurazione sanitaria non profit di Boston che assiste circa 2,8 milioni di americani: in sintesi, i pazienti cronici in politerapia che hanno sottoscritto un contratto con la compagnia potranno usufruire dei servizi di “refill” (rinnovo della fornitura) di Pillpack direttamente dall’app MyBlue dell’assicurazione o dal suo sito web. «Sappiamo che molti dei nostri iscritti assumono più farmaci al giorno» ha detto Andrew Dreyfus, presidente e amministratore delegato di Blue Cross Blue Shield «cosa che può confondere e generare stress. Con PillPack, offriamo un servizio personalizzato che semplifica le terapie ed evita ai pazienti dubbi e fraintendimenti».

Come si ricorderà, la specialità di Pillpack è quella di recapitare a domicilio – alle scadenze previste – i farmaci prescritti all’anziano o al paziente cronico in politrattamento, sconfezionati e sigillati in bustine giornaliere con data e ora dell’assunzione. Il “refill” si ripete ogni 30 giorni senza bisogno di telefonate o rinnovi, il recapito avviene poco prima che termini la scorta precedente e la fornitura è assicurata d’intesa con il medico curante. «Gli assistiti Blue Cross Blue Shield che scelgono di utilizzare PillPack con l’app della compagnia» spiega una nota «risparmiare tempo e fatica perché non devono riscrivere il codice dell’assicurazione, le loro informazioni anagrafiche o la lista dei farmaci da recapitare». Secondo quanto riferisce l’assicurazione, circa il 12% dei suoi beneficiari assume cinque o più farmaci per cronicità e il 43% ne assume tra i due e i quattro.

 

 

«Accedendo a Pillpack da Myblue o dal sito web dell’assicurazione» ha aggiunto Katie Catlender , vicepresidente Customer experience di Blue Cross «gli assistiti che assumono più farmaci non dovranno più fare la fila in farmacia, ripartire i farmaci in pillolieri per ricordarsi quando assumerli, segnare sul calendario la data in cui orinare il refill. La speranza è che questa integrazione semplifichi la gestione dei trattamenti da parte dei nostri clienti e permetta loro di dedicare il proprio tempo a ciò che è più importante per loro». Pillpack, ricorda ancora la nota della compagnia assicurativa, garantisce un servizio che comprende un servizio di consulenza con farmacisti via telefono, e-mail e chat online, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7, collaborazione proattiva con i medici curanti degli assistiti per la ripetizione delle ricette e infine controllo delle prescrizioni per prevenire reazioni avverse o sovrapposizioni.

Secondo gli analisti, l’accordo tra Pillpack e Blue Cross Blue Shield – il primo del suo genere per la farmacia online di Amazon – rappresenta una svolta nei piani del gigante dell’e-commerce: il gruppo, infatti, risulta già agganciato alla maggior parte dei principali piani sanitari americani e ai cosiddetti Pharmacy benefit managers, i gestori che amministrano i prontuari farmaceutici per conto delle compagnie assicurative, ma questo patto lascia intuire che Amazon potrebbe in realtà puntare a un’integrazione ancora più profonda con le assicurazioni sanitarie.

Recommended Posts