Acqua&Sapone, competitor della farmacia nel cura persona, aprirà 46 nuovi punti vendita nel 2022

Extracanale

Acqua&Sapone, il “drug specialist” che è competitor della farmacia nel comparto del cura persona, ha in programma l’apertura nel 2022 di 46 nuovi punti vendita, che andranno ad aggiungersi ai 750 già in attività e accresceranno del 5,5% la sua rete commerciale. E’ uno dei punti chiave del piano di investimenti approvato dall’assemblea dei soci: lo stanziamento complessivo ammonterà a 29 milioni di euro (una buona parte dei quali andrà proprio allo sviluppo del network) e l’obiettivo per quest’anno è di incrementare il giro d’affari del 5% per portarlo a 1,4 miliardi di euro.

Intanto l’insegna chiude il 2021 da leader di mercato, con una quota del 43% e un fatturato di 1.300 milioni, + 4,3% sull’anno precedente (+2,21% a parità di rete). «Usciamo da un biennio difficile» osserva in una nota Sergio Reale, presidente riconfermato del gruppo «che ha modificato le abitudini di vita di una grande parte degli italiani. Il vantaggio di Acqua&Sapone è poter agire velocemente, adattando l’offerta alle esigenze dei consumatori, e in questo siamo stati premiati. Ora andiamo avanti a investire con un piano ambizioso che interesserà tutto il Paese e che ci consentirà di offrire nuovi posti di lavoro».

Come si ricorderà, quest’autunno Acqua & Sapone aveva visto l’ingresso nella compagine societaria di un nuovo socio di riferimento, il fondo d’investimento britannico Hig Capital, che si era assicurato il controllo dei tre principali soci del gruppo, ossia Cesar, Sda-Servizi distribuzione associati e Vdm. Acqua & Sapone è stata fondata nel 1992 con il nome di Cedas da Gottardo spa, azienda leader in Italia nella vendita di prodotti per la cura della casa e della persona e di articoli di profumeria e make up.

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend