Gallo (Farmacie Italiane): nel 2022 una o due acquisizioni alla settimana. E tanta comunicazione

Interviste

Una o due nuove acquisizioni alla settimana. E’ la media con cui Farmacie Italiane, la catena che fa capo a F2i, ha chiuso il 2021 e intende procedere per tutto l’anno nuovo, con il dichiarato obiettivo di mettere l’acceleratore alla crescita della rete. E anche della sua “visibilità” in termini di comunicazione e presenza sul mercato: «Si parla di noi meno di quanto meriteremmo per fatturato ed ebitda, che sono tra i migliori nell’attuale panorama delle catene di farmacia». Chi parla è Umberto Gallo, dal 3 dicembre scorso direttore generale del gruppo, che a Pharmacy Scanner anticipa le linee portanti del programma di Farmacie Italiane per il nuovo anno.

Ha parlato di acquisizioni, facciamo il punto sui numeri della vostra rete?
Chiudiamo il 2021 con 65 esercizi di proprietà tra farmacie e parafarmacie, a gennaio dovremmo arrivare a 72 e un’altra decina dovrebbe aggiungersi a febbraio, ovviamente se le trattative in corso andranno a buon fine. L’intenzione è quella di crescere uniformemente su tutto il territorio nazionale: abbiamo già una presenza importante a Milano, Genova, Bologna e soprattutto a Roma, dove dovremmo completare l’acquisto di ancora un paio di farmacie e stop. Stiamo crescendo anche in Campania, dove prevediamo di completare per fine mese l’acquisizione di cinque esercizi tra Napoli, Caserta e Salerno, e puntiamo a sviluppare la nostra rete in Sicilia, con l’obiettivo di arrivare a fine febbraio a otto farmacie. Infine, ci stiamo allargando anche all’Abruzzo, in particolare Pescara. Tengo a sottolineare, poi, che per abitudine ogni farmacia acquistata viene immediatamente integrata nella rete in tutto e per tutto, dotazione tecnologica e informatica comprese.

Ha accennato a una visibilità non commisurata ai numeri: forse incide anche il fatto che le vostre farmacie ancora non hanno un format di rete, quando altre con dimensioni inferiori alle vostre l’hanno già sviluppato…
Ci stiamo lavorando e lo presenteremo nei prossimi mesi: abbiamo individuato quattro farmacie – due a Roma, una a Milano e una a Napoli – che ribrandizzeremo quest’estate per presentarle al pubblico entro settembre. Sarà un format particolarmente innovativo, di respiro internazionale: come dico spesso, non sarà un concept di “farmacia da banco”.

Parlava anche di comunicazione, e proprio un giorno fa ha pubblicato su Linkedin un post che annuncia l’uscita a breve della prima campagna per il 2022 di Farmacialoreto.it, l’e-commerce di Farmacie Italiane…
Oggi si parla tantissimo di farmacia omnicanale, noi siamo stati i primi a realizzare una vera continuità tra fisico e digitale. E continuiamo a fare da battistrada: presto tutte le nostre farmacie saranno integrate online con la nostra piattaforma di e-commerce, dove il brand Farmacialoreto.it si è già integrato con quello di Farmacie Italiane. Vogliamo lavorare anche sulla formazione del farmacista digitale così come sui servizi digitali, dato che la pandemia ha dato forte accelerazione a “telesanità” ed e-health.

In altre parole, volete cavalcare la disruption digitale da pandemia…
I dati dicono che oggi un italiano su due acquista almeno un prodotto online. Il futuro è ormai diventato presente, non si può più indugiare.

 

 

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend