Consumatore

Con quasi 35 milioni di utenti unici (cioè nuovi visitatori), Facebook si riconferma saldamente in testa alla classifica dei social network più consultati e frequentati dagli italiani. Seguono a debita distanza Instagram, con 23,4 milioni di utenti, e Linkedin, con 16,5 milioni di utenti, quindi i social minori o elitari come Pinterest (10,3 milioni), Twitter (9,4 milioni), Google Plus (5,3) e Tumblr (2,7). La classifica arriva dall’Agcom, l’Autorità garante delle comunicazioni, che per le sue rilevazioni ha fatto riferimento ai dati Audiweb-Nielsen dello scorso dicembre. La fotografia risultante merita di essere analizzata dai farmacisti attivi sui social network per le dinamiche che la caratterizzano: Facebook, pur restando di gran lunga il canale più frequentato, mostra nell’ultimo trimestre del 2018 una flessione dell’audience contenuta ma in netta controtendenza rispetto alla maggior parte degli altri social; si avvantaggiano di tale contrazione Instagram (appartenente al gruppo Facebook), che cresce costantemente da due trimestri e rafforza la seconda piazza, e in misura leggermente minore Linkedin, che allarga la propria audience nell’ultimo trimestre del 2018 dopo l’invarianza del trimestre precedente.

 

 

Indicazioni ancora più interessanti dalla scomposizione delle utenze per sesso e fasce d’età. Twitter e Google Plus sono i due social che mostrano la prevalenza più netta di audience maschile, Pinterest, Snapchat e Instagram quelli dove invece prevale l’utenza femminile.

 

 

Lato età, i millennials (0-34 anni) tendono a preferire Tumblr e Snapchat, Boomers (55-75 anni) e Generazione X  (35-54 anni) frequentano in prevalenza Facebook, Linkedin e Google Plus. Tutti gli over 65, invece, mostrano scarso interesse per Twitter e Pinterest. Significativo, infine, anche il gap culturale: in tutti i social si registra una prevalenza superiore alla media di navigatori con livello d’istruzione significativo.

Recent Posts