Kangaroo Skin to Skin Care Therapy, il progetto di Nivea e Ospedale Buzzi di Milano

People & Brand

Brand che da oltre 130 anni si prende cura della pelle e del benessere delle persone, valorizzando l’importanza del contatto umano come motore per una migliore salute, Nivea lancia con l’Associazione Ospedale dei Bambini di Milano-Buzzi il progetto Kangaroo Skin to Skin Care Therapy. L’obiettivo è quello di sostenere la diffusione della terapia skin-to-skin in ambito neonatale, utile allo sviluppo cognitivo, neurologico e psicofisico dei bambini nati prematuri. L’ispirzione, come rivela il nome del progetto, arriva dall’osservazione di come i canguri curano i loro piccoli: questi, pur nascendo sempre prematuri, riescono a crescere e proseguire il loro sviluppo grazie al marsupio della madre, che consente loro di stare al caldo, protetti e con una costante fornitura di latte. La “marsupio-terapia” ha quindi vantaggi in termini di riduzione della mortalità, miglioramento della respirazione e controllo della temperatura e dei livelli di ossigenazione del sangue, favorendo inoltre la creazione di un miglior legame affettivo con la figura genitoriale.

«Ogni anno, più di 15 milioni di bambini nel mondo nascono prematuri. E sappiamo bene che il contatto è fondamentale per il loro sviluppo in quanto favorisce la loro salute fisica, mentale, oltre che socio-emotiva» dichiara Andrea Mondoni, general manager Southern Europe di Beiersdorf. L’iniziativa, lanciata ufficialmente lo scorso 17 novembre in occasione della Giornata mondiale della prematurità e destinata a estendersi negli anni a venire, prevede programmi di formazione specifica per il personale sanitario, formazione ai genitori, acquisto e distribuzione di attrezzature e supporti tecnici per il reparto di terapia intensiva neonatale, divulgazione di materiali informativi e fornitura di prodotti per i genitori che alloggiano nelle case-famiglia dell’Ospedale. (MB)

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend