Mercato

Dopo il recupero della seconda metà di agosto, nella 36ª settimana del 2020 torna a stabilizzarsi la perdita sul 2019 del mercato della farmacia, che continua a lasciare il 2% tanto a valori quanto a volumi e tocca i 16,3 miliardi di euro di fatturato (per un totale di 1,6 miliardi di pezzi venduti). E’ il responso dell’ultimo report di Iqvia, che mette sul tavolo numeri e cifre della prima settimana di settembre: l’etico raccoglie nel progressivo annuo un giro d’affari di 9,4 miliardi, in calo del 3% sul 2019, il commerciale arriva a 6,9 miliardi e perde l’1% sullo stesso periodo dell’anno scorso (prime 36 settimane).

 

Il mercato della farmacia alla 36ª settimana

 

La stabilizzazione delle perdite di mercato totale, etico e libera vendita si protrae da tre settimane, dopo il “rally” messo a segno dalla farmacia a metà agosto (tra la settimana 32 e 33).

 

Mercato della farmacia, il progressivo da inizio anno

Progressivo dalla 1ª alla 36ª settimana vs. stesso periodo del 2019. Mouse sull’immagine per zoomare

 

Nella settimana 36 quasi tutti i panieri sono in crescita rispetto ai sette giorni precedenti. Anche i confronti su periodi più lunghi (stessa settimana 2020 e 2019, così come il progressivo sui due anni) mostrano valori prevalentemente in crescita.

 

I panieri della libera vendita

 

Gli incrementi sulla settimana di quasi tutti i panieri non riescono comunque a rialzare la curva delle perdite sull’anno, che resta stabile anche negli ultimi sette giorni.

 

Panieri della libera vendita, il progressivo da inizio anno

Progressivo dalla 1ª alla 36ª settimana vs. stesso periodo del 2019. Mouse sull’immagine per zoomare

 

Perdita stabile anche nell’area commerciale delle farmacie che risiedono nelle regioni dove in primavera la pandemia ha colpito di più (complessivamente, queste aree totalizzano nel senza ricetta un fatturato di 2,4 miliardi di euro). Libera vendita più dinamica, invece, nelle altre Regioni: la patient care cresce del 7% nel progressivo annuo (è l’unico segno positivo di tutto il comparto), i farmaci otc tornano stabili dopo aver ridotto di un punto percentuale la contrazione nella settimana 35.

 

Panieri della libera vendita, il trend nelle regioni “zona rossa”

Vendite dell’area commerciale in Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Veneto (tot. 2,4 mld). Progressivo dalla 1ª settimana alla 36ª, raffrontato allo stesso periodo dell’anno precedente

Panieri della libera vendita, il trend nelle altre regioni

Vendite dell’area commerciale nelle regioni che non sono state dichiarate zona rossa (tot. 3,6 mld). Progressivo dalla 1ª settimana alla 36ª, raffrontato allo stesso periodo dell’anno precedente.

In lieve crescita a valori il segmento igienizzanti mani, che probabilmente beneficia della riacutizzazione di contagi e focolai.

 

Mascherine e igienizzanti per mani

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Incremento contenuto anche per il segmento tosse e raffreddore, che tra il 31 agosto e il 6 settembre cresce del 6% sui sette giorni precedenti. Nelle prime 36 settimane dell’anno, in ogni caso, la perdita sul 2019 resta invariata al -4%.

 

Rimedi per tosse e raffreddore

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Molto più netta, invece, la risalita del segmento vitamine, minerali e immunostimolanti, che chiude la settimana 36 con un +23% sulla precedente. Sul progressivo anno, la differenza rispetto al 2019 resta quindi positiva (+29%). Bene anche il sottosegmento dei prodotti con vitamina D, che nei sette giorni cresce del 19% e dall’inizio dell’anno fa +40%.

 

Vitamine, minerali e immunostimolanti

Zoom sul sotto-segmento della vitamina D

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Molto bene anche la categoria dei prodotti per il sonno, che negli ultimi sette giorni guadagna l’8% sui precedenti ma soprattutto cresce da tre settimane ininterrotte. Sul progressivo annuo, così, la crescita rispetto al 2019 è del 37%.

 

Prodotti per il sonno

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Cresce ininterrottamente da tre settimane anche il segmento creme per mani, che nei sette giorni tra 31 agosto e 6 settembre mette a segno un balzo in avanti del 23% sulla settimana precedente. L’incremento complessivo dall’inizio dell’anno è del 27%.

 

Creme per le mani

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Impennata vera e propria per i termometri: nella 36ª settimana l’incremento sui sette giorni precedenti è del 35%, il progressivo annuo balza al 122%.

 

Termometri

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Positivo ma più contenuto l’incremento degli oftalmologici, che settimana su settimana crescono dell’8%. Il progressivo annuo, di conseguenza, conferma la contrazione dell’1% sul 2019.

 

Prodotti oftalmologici

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Sembra “scollinare” la categoria dei pulsossimetri, che nella 36ª settimana crescono di appena l’1% sulla precedente. Dall’inizio dell’anno, in ogni caso, l’incremento sul 2019 resta sul +360%.

 

Pulsossimetri

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Luci e ombre dai panieri del cura persona: il confronto tra settimana 36 e precedente è positivo per tutti tranne i solari, che forse già risentono della fine dell’estate; dal confronto su periodi più lunghi e anno su anno, invece, escono prevalentemente numeri negativi.

 

I panieri del “cura persona”

NB: escluso il segmento dell’igiene mani

 

Il momento di difficoltà dei solari è evidente nel grafico sottostante: il segmento è in caduta da cinque settimane e negli ultimi sette giorni perde il 38% sui sette precedenti. Sul progressivo annuo la perdita si assesta al 19%.

 

I solari

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Tende invece ad appiattirsi la caduta delle tinture per capelli, che sul progressivo annuo rimangono in territorio ampiamente positivo. Anche in questo caso, è forte la tentazione di correlare il trend con questa particolare fase dell’epidemia.

 

Tinture per capelli

 

Accelera di nuovo la crescita del segmento veterinari: +7% nella settimana rispetto alla precedente, +9% la crescita sul progressivo annuo.

Prodotti veterinari

Scorrere sull’immagine con il mouse per zoomare

 

Recommended Posts
Send this to a friend