Hippocrates compra Top Farmacia e mette piede nell’online. Intervista a Davide Tavaniello

Filiera

Arriva una nuova scossa tellurica dal mercato online dell’healthcare: giovedì scorso, 28 ottobre, Hippocrates Holding ha annunciato di avere concluso l’acquisizione di Top Farmacia, sito di e-commerce (fondato nel 2011) che si appoggia a una parafarmacia fisica di Granarolo, in provincia di Bologna, e figura stabilmente tra i primi dieci pure player del mercato italiano. «Il gruppo» recita il comunicato con cui Hippocrates ha dato la notizia «compie un importante passo avanti verso l’omnicanalità. Dal 2022 sarà così possibile offrire ai clienti del network un ecosistema compiuto di customer journey. La visione a medio termine della società, infatti, dà al consumatore la possibilità di comunicare attraverso tutti i canali possibili, da quelli fisici – che rimangono primari nella strategia del gruppo – a quelli digitali».

«Nella nostra visione» dichiarano Davide Tavaniello e Rodolfo Guarino, co-ceo e co-fondatori di Hippocrates Holding «fisico e digitale si integrano nel concetto di omnicanalità, che ci spingerà a ottimizzare tutti i touchpoint, personalizzare il contatto con i clienti e garantire loro un’esperienza unica. In due parole: esserci sempre».

 

 

«E’ da un anno circa che osservavamo il mercato dell’online per cogliere eventuali opportunità» aggiunge Tavaniello intervistato da Pharmacy Scanner «e alla fine questa opportunità è arrivata. Offro due dati flash per spiegare quale sarà la nostra strategia digitale: il 95% di coloro che acquistano online farmaci o parafarmaci ha visitato negli ultimi tre mesi una farmacia fisica; se restringiamo l’osservazione agli ultimi 30 giorni, la quota cala al 70%. E’ evidente, in sintesi, che e-commerce e retail tradizionale sono ormai complementari: per servire al meglio il cliente occorre affiancare alla farmacia fisica una presenza online, in modo da presidiare entrambi i canali».

L’acquisizione, di conseguenza, non avrà ripercussioni sull’espansione della rete fisica: «Rimaniamo un operatore di farmacie in calce e mattoni» conferma Tavaniello «quindi l’acquisizione di Top Farmacia non impatta in alcun modo sul nostro programma di acquisizioni, che continuerà a viaggiare per la sua strada con gli attuali ritmi. Piuttosto, anche noi come altri stiamo ragionando sullo sviluppo di servizi sanitari digitali in connessione a una progressiva domiciliarizzazione dell’assistenza».

Quanto all’integrazione di Top Farmacia nella rete di Hippocrates, Lafarmaciapunto, Tavaniello esclude operazioni di rebranding tipo eFarma-Atida o Doctipharma-DocMorris. «I due marchi rimarranno separati» spiega Tavaniello «con l’eventuale sviluppo di servizi digitali a carattere sanitario che si presta a sinergie con il brand Lafarmaciapunto».

«Siamo felici che il nostro lavoro di questi anni sia stato apprezzato dal mercato e che il primo player del settore, Hippocrates, veda la nostra piattaforma online come “mattoncino” ideale dell’ecosistema che sta sviluppando» è il commento finale di Vittorio Dall’Osso, fondatore e amministratore unico di Top Farmacia «sono onorato di rimanere al fianco di Hippocrates per costruire questo ambizioso progetto digitale che ha il benessere dei nostri clienti al centro, in linea con quanto abbiamo costruito sin dalla nascita».

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend