Cef – La farmacia italiana, ecco brand e format del nuovo circuito (fotogallery)

Filiera

Si chiama “Cef – La Farmacia Italiana” ed è il nuovo network che metterà sotto lo stesso tetto le 35 farmacie che fanno capo alla stessa Cef, gli oltre 400 affiliati della rete +bene e tutti i soci che vorranno aderire. Nuova l’insegna e nuovo anche il format, ufficializzato in videoconferenza il 25 novembre ai farmacisti della rete. «La croce che campeggia al centro del logo» spiega a Pharmacy Scanner il presidente del gruppo, Vittorino Losio «simboleggia la nostra mission: mettere al primo posto la relazione farmacista-paziente ma anche quella farmacista-cooperativa». Una sinergia, quest’ultima, che Losio considera oggi più cruciale che mai: «Per garantirsi un futuro» osserva «la farmacia indipendente non può più accontentarsi di avere alle spalle una cooperativa solida, deve fare sistema d’impresa in un modo nuovo e ancora più combattivo rispetto a quanto sperimentato con +bene, un’esperienza già considerata da molti tra le migliori nel panorama del retail».

 

Sopra: a Piantedo, in provincia di Sondrio, all’interno del centro commerciale Fuentes, c’è la prima farmacia Cef con il nuovo brand e lay out. Circa 110 mq di superficie commerciale, conta in organico quattro farmacisti e due addette al reparto cosmetico. A destra e sotto: due scatti della farmacia di Bovolenta, nel padovano, la seconda riconvertita al nuovo format.

 

 

Per mostrare ai soci il concept di “Cef – La Farmacia Italiana” non è stato necessario ricorrere ai soliti rendering in 3D: sono già due le farmacie riconvertite al nuovo format, l’ultima a Bovolenta, nel padovano, proprietà di un socio +bene, e la prima a Piantedo, provincia di Sondrio, all’interno del centro commerciale Fuentes e di proprietà Cef. Ma nessuno la chiami flagship store, perché in cooperativa non gradirebbero. «Il termine richiama un concetto che non appartiene alla farmacia italiana» riprende Losio «il flagship store è la nave ammiraglia di una catena, viene messa in mostra nei salotti buoni delle grandi città. La farmacia italiana per eccellenza, invece, è quella di prossimità, ed è da qui che siamo partiti per aggiornare la nostra rete».

 

Sopra: nel nuovo concept, la farmacia non teme di mostrarsi ai passanti ma anzi mette in vetrina i propri farmacisti. E dall’esterno, il cliente può capire quanta gente c’è dentro e qual è l’attesa, che in tempi di covid non guasta. A sinistra: il nuovo logo di Cef ritorna su tutti gli arredi per accrescere la brand awareness dei clienti.

 

Le scelte di campo che caratterizzano il nuovo format si fanno evidenti già dall’esterno: anziché nascondersi dietro a “video-wall”, cartelloni o espositori, la farmacia mette in vetrina se stessa e i suoi farmacisti. Il risultato è un ambiente dove comunica anche la luce, senza dimenticare che in tempi di covid diventa più facile per i clienti stimare le presenze all’interno e le eventuali code ai banchi. Nel contempo, la trasparenza contribuisce alla brand awareness: il nuovo logo di Cef – nella versione disegnata per il network, che si aggiunge a quelle realizzate per la private label e la Cooperativa – ritorna infatti sulle vetrine, sui cestoni, sulla cassettiera dei farmaci dietro ai banchi e sulle pareti della farmacia, con l’evidente intento di incrementare la riconoscibilità del brand e quindi della rete.

 

In alto: l’area banchi della farmacia, fornita di schermi in plexiglass così discreti da risultare quasi invisibili. Ogni postazione è dotata di un sistema di cassa continua (sopra a sinistra) che riduce il contatto con banconote e monete, a fini igienici. Sopra a destra: sempre in tema covid, la comunicazione è particolarmente curata e punta a rassicurare il cliente. Sotto: il format mette in particolare risalto anche la “value proposition” del network.

 

«Nei prossimi giorni saranno coinvolti nel rebranding altri dieci punti vendita, dislocati su tutto il territorio nazionale» aggiunge Maria Antonietta Iacovaccio, responsabile Retail di Cef «siamo partiti da una farmacia di proprietà, ma il programma comprende diverse farmacie dei nostri associati, che hanno apprezzato e sposato il nuovo format prima ancora che lo presentassimo in via ufficiale».

 

Sopra a sinistra: le calate del segmento otc, farmaci e integratori. Gli scaffali sono a libero servizio ma accanto alle postazioni di lavoro, per consentire al farmacista di raggiungere in pochi passi il cliente e consigliarlo. A destra: il reparto donna e infanzia, affiancati ma distinti con l’uso di codici colore d’immediata lettura. Sotto: l’isola centrale dedicata al beauty, con un angolo per la prova trucco. In ogni farmacia l’area potrà essere attrezzata in base alla specializzazione del singolo esercizio.

 

Il format si distingue anche per la sua “leggibilità”: il category, in particolare, è messo in forte risalto da cartelli di calata di generose dimensioni e da un uso ponderato dei codici colore, in modo da permettere al cliente di trovare subito ciò che cerca. «Mettiamo davvero al centro la relazione tra farmacista e paziente» riprende Iacovaccio «tutta la comunicazione in store è pensata per semplificargli l’esperienza di acquisto e agevolare le sue scelte, autonome o maturate con l’assistenza del farmacista».

 

La comunicazione commerciale in store è affidata in massima parte al digital signage, in modo da ridurre ingombri e ostacoli. A sinistra: il video che si affaccia sull’esterno della farmacia e alterna annunci e video. Sopra, il monitor che sovrasta l’area casse e propone le offerte in corso. Sotto: Maria Antonietta Iacovaccio, responsabile Retail di Cef, e Marcella de Giovanetti, direttrice della farmacia.

 

Il nuovo concept, infine, sposa il modello della farmacia dei servizi (laboratori e corner diagnostici sono previsti in tutti gli esercizi del circuito che dispongono di spazio sufficiente) e le nuove frontiere dell’omnicanalità: l’app del network, al lancio nei prossimi giorni, consentirà di chattare con il farmacista, prenotare visite e colloqui, usufruire di click&collect e home delivery.

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend