Casaleggio Associati/Semrush: a marzo eFarma è la farmacia online più visitata dagli italiani

Filiera

Al primo posto c’è eFarma, con oltre 2,2 milioni di visitatori al mese e un tempo medio di permanenza di 7 minuti e 48 secondi; seguono Farmaé, con poco più di due milioni di accessi mensili e una permanenza pressoché identica (7’49”) e – due piazze più indietro – Saninforma, il portale delle comunali di Reggio Emilia, 930mila visitatori e un po’ meno di sette minuti di permanenza. E’ il podio delle farmacie online più frequentate a marzo dagli italiani così come scaturisce dalla classifica redatta in partnership da Casaleggio Associati e Semrush. Aggiornata mensilmente, la graduatoria mette in fila i cento siti di e-commerce più popolari tra i navigatori di casa nostra: fa testo il totale dei visitatori unici, ossia il numero di cookie-utente tracciati dal sito, ma la classifica misura anche la permanenza (il tempo medio trascorso sulle pagine del dominio), la frequenza di rimbalzo (la percentuale di visitatori che escono dopo avere visualizzato soltanto una pagina) e la rilevanza, ossia la frequenza con cui il sito compare nei motori di ricerca con parole chiave attinenti alla categoria.

 

Casaleggio Associati/Semrush: i siti più visitati dagli italiani a marzo

 

La graduatoria generale al 24 marzo è ovviamente dominata dal “mostro” dell’e-commerce per antonomasia, ossia Amazon: in un mese il marketplace totalizza in Italia oltre 66 milioni di visitatori, il doppio di quelli che raccoglie il secondo classificato (eBay, 31,7 milioni di utenti) e quasi tre volte il terzo (Zalando, 10,6 milioni). Per trovare la prima farmacia online – eFarma, come detto – occorre scendere fino alla 25a posizione, Farmaè invece si piazza al 30° posto. I due siti, però, dominano la graduatoria della categoria Salute e bellezza, che ricomprende gli e-commerce del comparto consumer healthcare e beauty.

 

I siti più visitati nella categoria Salute e bellezza

 

In questa “sotto-classifica”, dopo le due web-pharmacy troviamo due siti della cosmesi, Sephora e Douglas e quindi un altro e-commerce di farmacia, le comunali di Reggio Emilia. A qualche distanza compaiono anche Farmacia Igea (588mila visitatori/mese), Pharmasi (328mila utenti),  Farman (4.497 visite uniche).

«La pandemia ha impresso un brusco picco al traffico delle farmacie online come all’e-commerce di alimentari e gdo» commenta a Pharmacy Scanner Luca Eleuteri, partner e co-fondatore di Casaleggio Associati «e non pensiamo che una volta finita l’emergenza il consumatore ritornerà alle vecchie abitudini. Una volta che ha fatto i primi acquisti, ha verificato che la spesa viene consegnata in orario e comprare via internet è facile, il cliente tende a conservare le abitudini acquisite. Soprattutto quando si tratta di acquistare marche e referenze già conosciute. Nel caso della salute, mi riferisco a integratori o altri prodotti che magari la prima volta sono stati scelti dal farmacista, ma ormai fanno parte degli acquisti abituali della famiglia proprio perché è stata apprezzata la consulenza del professionista». 

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend