Black Friday, eFarma by Atida: ricerche online +46%, sale il bisogno di convenience

People & Brand

Continuano a crescere anche nel Black Friday gli italiani che si rivolgono alle farmacie online per cercare e acquistare prodotti dell’healthcare. E’ quanto dicono gli accessi registrati da eFarma – la piattaforma italiana recentemente acquisita dal gruppo europeo Atida – in questa prima parte di Black Friday: il sito ha aperto la campagna di sconti e offerte il 15 novembre e la proseguirà fino al 30 del mese, ma già ora la piattaforma eFarma by Atida registra un volume di ricerche attive in crescita del 46% rispetto allo stesso periodo del 2020.

Aumentano gli acquisti potenziali (per cui i consumatori hanno tempo sino a domani) e in aggiunta si modificano anche priorità e interessi. «Stiamo notando cambiamenti sempre più accentuati nell’approccio dei consumatori alla propria salute» conferma Francesco Zaccariello, managing director di Atida Italia «con il lockdown cresce la voglia di acquisti convenienti e rapidi, che a sua volta spinge per un consumo più consapevole e attento in materia di salute e benessere».

Nel carrello della spesa del Black Friday, così, calano i dpi come mascherine, detergenti e disinfettanti, che nel 2020 avevano figurato al top delle vendite, e crescono prodotti rivolti alla prevenzione come integratori e vitamine, che rappresentano più di un acquisto su tre (34%). «Nel pieno della pandemia» commenta Zaccariello «a guidare le scelte degli italiani erano l’ansia e i timori del contagio. Oggi, recuperate in parte fiducia e serenità, gli italiani mostrano un approccio più proattivo nei confronti della salute e del benessere».

Secondo Zaccariello, la comodità dell’e-commerce viene oggi apprezzata dagli italiani anche come alternativa pratica e veloce alle lunghe file fuori dalle farmacie in calce e mattoni. Lo dimostra la diffusione geografica di chi ha effettuato acquisti su eFarma by Atida: circa il 40% degli ordini proviene da grandi città, con Milano e Roma al primo posto. «E’ il segnale» dice il managing director di Atida Italia «di un bisogno di comodità e velocità particolarmente diffuso nelle realtà urbane, dove il ritmo e lo stile di vita sono più frenetici».

Un ultimo elemento di riflessione arriva dalla composizione dei consumatori che si rivolgono all’online: i dati di eFarma by Atida dicono che il pubblico femminile rappresenta oggi il 62% della platea dei navigatori, in netta crescita sul 2020 quando era il 51%. «Non a caso» conclude Zaccariello «la seconda categoria di prodotto più richiesta sulla piattaforma dopo integratori e vitamine e quella dei cosmetici, con il 21% degli ordini.

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend