Autotest covid, in tre mesi il mercato in farmacia vale già 11,6 milioni di euro

Mercato

In Germania e Austria, dove le farmacie hanno cominciato a venderli dai primi di marzo, gli autotest per covid con tampone nasale sono andati esauriti in pochi giorni. Stesso boom e conseguente out of stock anche in Italia, dove però al momento gli unici self test a circolare sono i sierologici: come riferisce un’analisi di Iqvia, dall’ultima settimana di dicembre – quando è apparso sul mercato il primo autotest notificato al Ministero, il Profar Covid-19 Serological Test commercializzato in co-branding da Federfarma.co e Primalab – alla quarta settimana di marzo, le vendite hanno superato a valori gli 11,6 milioni di euro, nonostante una progressiva decelerazione nello stesso mese di marzo a causa delle difficoltà nei rifornimenti dal produttore (vedi grafico sotto).

 

Autotest covid, referenze e andamento delle vendite in farmacia

Cliccare sul grafico per ingrandirlo in un’altra finestra.

 

I dati, in particolare, riferiscono di vendite in farmacia in rapida impennata: il giro d’affari settimanale del segmento raddoppia ad appena quindici giorni dal primo lancio e supera il milione di euro già alla terza settimana di febbraio (la settima del 2021, vedi sotto). I consumi crescono ancora per altri quindi giorni e toccano il picco più alto nella nona settimana (1,51 milioni di euro), poi imboccano una curva declinante.

 

Autotest covid, totale mercato e quote delle tre referenze disponibili

Cliccare sul grafico per ingrandirlo in un’altra finestra.

 

Degna di nota anche l’evoluzione delle quote di mercato: l’autotest di Profar – come detto poc’anzi – è il primo a uscire sul mercato e assume quindi il ruolo della lepre. Fino alla quinta settimana del 2021 domina il segmento di prodotto pressoché incontrastato, quindi cominciano a farsi vedere i competitors, che hanno fiutato le potenzialità del mercato. Prima Biosynex, la cui curva progredisce lentamente, poi Mylan, che cresce in maniera molto più netta anche se il suo prodotto ha lo stesso prezzo. Ne risente progressivamente la quota di mercato del self test di Federfarma.co, che all’11ª settimana cede la leadership al concorrente per ragioni legate in massima parte all’out of stock. Non resta che attendere l’evoluzione delle disponibilità ed eventuali nuovi lanci.

Altri articoli sullo stesso tema
Send this to a friend