Post sponsorizzato

Dopo l’evento di Brescia nella suggestiva cornice di Villa Fenaroli, il tour annuale di Cef lungo la Penisola per incontrare i propri soci  si è concluso con le due Convention di Bari e Roma: una carica di ottimismo ed energia per ripartire con slancio nel 2020. Il tema conduttore della due giorni pugliese, che ha riunito al Congress Center del capoluogo oltre 1.200 ospiti tra farmacisti e addetti del settore, è stato quello dell’azione di gruppo tra soci della cooperativa e distribuzione del farmaco.

Nel corso dei lavori si è evidenziata l’importanza della rete distributiva del farmaco, in particolare quella di proprietà dei farmacisti, quale pietra angolare del sistema che ha da sempre sostenuto la filiera, offrendo il proprio supporto alla categoria, soprattutto nei momenti di maggiore difficoltà. Su questi temi si sono confrontati il presidente di Federfarma Servizi, Antonello Mirone, il presidente di Federfarma Puglia e Bari, Vito Novielli, l’onorevole Marcello Gemmato, segretario della commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati, il direttore del dipartimento Salute, Benessere e Sport della Regione Puglia, Vito Montanaro, e il vicepresidente dell’Ordine interprovinciale dei farmacisti di Bari e Barletta-Andria-Trani, Michele Dalfino Spinelli. A fare gli onori di casa il presidente di Cef, Vittorino Losio, che ha dato il benvenuto nella città barese a Riccardo Ludergnani, presidente di Unico spa, e a Michele Motta, Presidente di Vim Farmaceutici. Ha portato un personale saluto ai partecipanti anche il senatore Luigi D’Ambrosio Lettieri, presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Bari e Bat.

 

 

Ultimo appuntamento dell’anno la convention organizzata nel cuore di Roma: una giornata di lavori e incontri nella suggestiva cornice dell’hotel Aldrovandi di Villa Borghese. Dopo un pomeriggio di condivisione e preparazione alle future sfide per la categoria, il tema del futuro del ruolo del farmacista all’interno di un sistema integrato è stato sviluppato nel corso della serata dagli interventi del presidente della Fofi, Andrea Mandelli, del presidente di Federfarma, Marco Cossolo, dal presidente Federfarma Lazio, Vittorio Contarina, e dal presidente di Federfarma Servizi, Antonello Mirone.

 

 

Tutti gli interventi hanno avuto quale importante filo conduttore l’invito a farmacisti titolari e collaboratori perché abbandonino il proprio individualismo per fare squadra e garantire così un futuro di valore alla professione; un futuro dove il farmacista dovrà assumere un ruolo chiave nell’erogazione di servizi polifunzionali al cittadino, affidandosi alla propria cooperativa che grazie alla sua struttura e organizzazione è in grado di offrire un notevole supporto al sistema delle farmacie, garantendone un ruolo da protagonista nell’erogazione di servizi per la tutela del benessere e della salute.

La Convention è stata chiusa dall’intervento appassionato del presidente Losio che, prendendo spunto degli interventi precedenti, ha ricordato le sfide che attendono la categoria e la funzione di garanzia e tutela per la tenuta dell’intero sistema, che solo una cooperativa forte e coesa come Cef può offrire a tutti i farmacisti per un futuro libero e indipendente.

Recent Posts
Send this to a friend