Blog-notes

Nel dicembre del 2018 avevamo festeggiato i 125mila lettori e le 400mila pagine lette di Pharmacy Scanner, in forte crescita rispetto all’anno precedente in cui la rivista aveva avviato le pubblicazioni. Questo dicembre abbiamo alzato ancora l’asticella e brindato a una nuova crescita degli indici di lettura: + 21% nel 2019 per numero dei lettori +13% per pagine visualizzate. Insomma, Pharmacy Scanner prosegue nel suo cammino di successo e così non soltanto conferma la bontà dell’iniziativa, ma registra un ulteriore consenso da parte del suo pubblico, cui va il nostro sincero grazie accompagnato dall’impegno di fornire loro notizie sempre fresche, stimolanti e interessanti.

Ma i dati di lettura si contano o si pesano? Perché anche nei giornali il distinguo conta, al pari delle azioni di Borsa, come sosteneva il grande vecchio di Mediobanca, Enrico Cuccia. Perché il potere vero, anche nei vertici della comunicazione, non è dato soltanto dalla quantità, ma soprattutto dalla qualità dell’informazione offerta.

Devo dire che provo grande soddisfazione quando, nei vari convegni del mondo del farmaco e della farmacia sento spesso citare Pharmacy Scanner, o vedo riportate notizie apparse sul nostro web-magazine. Perché significa che l’informazione viene giudicata interessante e autorevole, al punto da diventare meritevole di citazione, in quanto ritenuta credibile. È questo il vero premio per un giornalista – l’unica vera sua soddisfazione – perché vede che il suo lavoro non è più un coriandolo gettato al vento, ma diventa testimonianza di un fatto inedito o di uno spunto di riflessione. E non è poco, in quest’epoca di fake news, dove non conta la sostanza, ma l’apparire.

Il successo vero di pharmacyscanner.it, però, non sta soltanto nell’autorevolezza e nell’originalità delle notizie fornite, ma anche nell’essere andato a coprire un settore dell’informazione di filiera finora lasciato scoperto, quello del business della farmacia, dell’economia della salute e della farmacia intesa come retail, e di averlo fatto con puntualità, neutralità e con una puntigliosa ricerca di fonti aggiornate e autorevoli. Proprio questo è l’impegno che il direttore, la redazione e l’editore vogliono garantire anche quest’anno (e nei successivi che la sorte ci concederà) a tutti gli affezionati lettori, che ci auguriamo vorranno sempre seguirci (e magari aumentare). Perché d’accordo che i dati di lettura soprattutto si pesano, ma ci fa grande piacere anche poter “contare” questi loro continui incrementi.

Recent Posts
Send this to a friend