Osservatorio Pharmatrend

Nel terzo trimestre (luglio-settembre 2017) il comparto Baby mostra in farmacia una contrazione generalizzata, del 7% in volumi e del 5% in valori. All’origine non pare esserci la concorrenza degli altri canali di vendita, perché anch’essi lamentano cali più o meno vistosi. Il trend, inoltre, risulta comune a quasi tutte le regioni con l’eccezione di Basilicata, Puglia e Calabria, dove invece il comparto risulta in crescita. Per quanto concerne il segmento igiene infanzia, la contrazione arriva al 5,1% nei volumi (che nel trimestre si fermano a 4,2 milioni di confezioni) e al 4,2% nei fatturati (27,6 milioni di euro).

 

Igiene infanzia, l’andamento regionale

Dati aggiornati al III trimestre 2017, sell out prezzi al pubblico.

Ancora più marcata la contrazione nel segmento nutrizione infanzia, che arretra dell’8,2% in volumi (e si ferma a 6,4 milioni di pezzi venduti) e del 5,8% nei fatturati (27,5 milioni di euro). Pesano i forti cali che si registrano nei latti normali (-3,7% a valore) e negli omogeneizzati (-11,6%), mentre crescono i latti idrolisati (+16,4%) e parzialmente idrolisati (+29,1%).

 

Nutrizione infanzia, l’andamento

Dati aggiornati al III trimestre 2017, sell out prezzi al pubblico.


Fonte: IQVIA Multichannel View. Proprietà riservata, vietata la riproduzione.

Recommended Posts