In Videogallery

 

Possono tossire i cartelloni pubblicitari se qualcuno gli passa accanto con una sigaretta accesa? In Svezia sì, ma non è magia: si tratta soltanto dell’ultima campagna contro il fumo di Apotek Hjartat, la seconda catena di farmacie del Paese scandinavo per quota di mercato (30%, 390 punti vendita). L’idea è quella di colpire il consumatore con un nuovo modello di cartellone stradale, fornito di schermo lcd e sensori che rilevano la presenza di tabacco nell’aria circostante: al passaggio di un fumatore, il testimonial che appare in fermo immagine sul cartellone si anima improvvisamente e si mette a tossire. Completano la comunicazione il logo di Apotek Hjartat e due claim, che esaltano il ruolo della farmacia nella prevenzione e nel contrasto al tabagismo: «Siamo Apotek Hjartat, la nostra mission è aiutarti a vivere più a lungo e in salute» e «Sono qui per aiutarti ad adottare dal nuovo anno stili di vita più salutari».

I cartelloni sono stati installati nel centro di Stoccolma, nelle aree dove più spesso i fumatori si riuniscono per concedersi una sigaretta all’aperto. E a giudicare dalle reazioni dei passanti, la campagna centra l’obiettivo prioritario di ogni pubblicità, quello di attirare l’attenzione.

Quella sul fumo, peraltro, non è la prima comunicazione innovativa della catena svedese. Tre anni fa, lo stesso genere di cartelloni animati venne impiegato per lanciare una nuova linea di prodotti per la salute dei capelli: furono installati nelle stazioni della metropolitana e i sensori in dotazione non rilevavano il tabacco ma i cambiamenti di pressione determinati dall’arrivo dei treni; al passaggio, il fermo immagine di una ragazza sorridente si animava e i suoi capelli si mettevano a ondeggiare al vento dei vagoni.

Recommended Posts