Osservatorio Pharmatrend

Il mercato in farmacia degli antiallergici (Otc ed etici) perde nel 2017 il 4,1% rispetto all’anno precedente. Si tratta però di una flessione che può essere fino in fondo soltanto esaminando ogni singolo segmento del comparto e la curva disegnata dai prodotti che passano dalla farmacia.

L’analisi dei segmenti
Nell’area Otc (+6,6% a valori rispetto al 2016) gli unici prodotti a trainare il mercato sono gli antiallergici respiratori e generici, che mostrano una crescita a valori del 30,2%. Perdono terreno invece gli antiallergici oftalmici (-2,0%) e gli antistaminici topici (-7,3%). Nell’area dell’etico (-8,2% a valori rispetto al 2016) prevale il segno meno e arretrano sia i preparati nasali topici (-3,4%) sia gli antistaminici sistemici (-7,1%). A registrare la perdita più significativa di tutto il comparto sono i preparati nasali sistemici (-40,0%). Fuori dal coro gli antiallergici oftalmici, che nel 2017 crescono addirittura del 403%, (soprattutto grazie alle vendite del Tebarat): l’incremento tuttavia non basta a trainare il comparto, perché il peso del segmento sul totale si ferma allo 0,3%.

 

 

L’analisi dei prodotti
Come detto,  a spingere il segmento sono gli prodotti antiallergici respiratori Otc. Tra i prodotti con le maggiori quote di mercato troviamo al primo posto Rinoclenil 100 (Chiesi) con una quota del 30,5%, seguito da due prodotti Sanofi, Fixallegra al secondo col 18,3% e Fixallegra Nasale, al terzo, col 9,7%. Per quanto riguarda invece gli antiallergici oftalmici, i due prodotti che registrano la crescita più significativa sono Artelac Reactive (Bausch & Lomb) e Zaditen Oftabak (Thea Farma), grazie ai quali il segmento riesce a segnare una perdita contenuta. Artelac Reactive, infatti, cresce nel 2017 del 75,9% con una quota di mercato che arriva al 6,4% e Zaditen Oftabak  registra un +148,9% con una quota del 4,8%.

 

 

Tra i preparati nasali topici troviamo alcuni prodotti che, benché non riescano a raggiungere grandi quote di mercato, mostrano comunque crescite percentuali a tre cifre. Per esempio Brusonex cresce nel 2017 a valori del 107,2%, Zhekort del 628,3%, Mometasone Eg del 134,5%. Nel segmento degli antistaminici sistemici troviamo solo due prodotti che mostrano segno più: Robilas (+8,8%) e Ayrinal (+3,9%). Tra i preparati nasali sistemici, infine, solo Aerinaze evidenzia una crescita (+13,9%).

Recommended Posts